Suicidio e crisi economica

by Marzia Benvenuti 24. maggio 2012 11.00

Ultimamente sempre più spesso si sta affrontando il legame tra suicidio e crisi economica, come se fosse diventato un rapporto inscindibile.

 

La perdita del lavoro specialmente in tarda età può essere fonte di una forte vergogna e senso di emarginazione all'interno della società, in quanto il soggetto si sente abbandonato a se stesso e incapace di contare sulle proprie forze, ma soprattutto si sente privo di ogni speranza per il futuro. Questa condizione può essere un potenziale fattore di rischio per il suicidio.

La perdita del lavoro da sempre rappresenta implicazioni negative sull'uomo, in quanto lavorare è avere dignità e sentirsi parte di un sistema, in cui l'individuo si sente necessario e ha il concetto di possedere un certo "ruolo".

Per definizione il suicidio è un dialogo interiore, che il soggetto si fa per risolvere determinati problemi che gli causano sofferenza estrema. Nella maggior parte dei casi la nostra mente produce soluzioni alternative, ma in altre situazioni il soggetto non riesce a vedere nessuna via di uscita e ritiene il suicidio come l'unica soluzione possibile.

E' necessario sottolineare però, che coloro che compiono questi gesti nella maggior parte dei casi sono soggetti con patologie psichiatriche, perlopiù di tipo depressiva, che da tempo stanno vivendo momenti di grande angoscia e intensa sofferenza psichica; incorrendo in un specifico evento dal quale non vedono nessuna via di uscita la decisione suicida diventa quella più opportuna e plausibile. L'atto suicidario può essere considerato la complicazione estrema di una patologia mentale non trattata in modo adeguato. In prima istanza è importante dire che questi gesti non sono necessariamente legati alla crisi economica, in quanto è vero sì che questa condizione di precarietà e la perdita di lavoro conducono l'uomo sull'orlo di un deragliamento emozionale, dominato perlopiù dalla vergogna di non riuscire a mantenere la famiglia in modo adeguato, ma allo stesso tempo anche situazioni come la fine di un matrimonio, o una malattia o altro, che possa essere significativo per quell'individuo può condurre nel tempo a prendere la decisione suicida.

Ciò che importante fare è rivolgersi ad uno specialista fin dai primi segnali di difficoltà, e di cedimento psicologico, chiedendo aiuto, in quanto proprio la richiesta e una terapia adeguata sono la migliore prevenzione di fronte agli atti suicidari.

Per maggiori informazioni e consulenze online personalizzate rivolgiti agli esperti di di Psicologo360.

 

Mettiamo la Psicologa dott.ssa Marzia Benvenuti.... sul lettino!

by Redazione Psicologo360 14. maggio 2012 14.15

 Qual è la tua specializzazione? Mi occupo principalmente sia di giovani che di adulti. Il tipo di consulenza varia dalla psicoeducazione sia individuale che familiare, ad un lavoro psicoterapico basato sia sul sintomo sia sull'individuazione di obiettivi specifici per il paziente al fine di migliorarli la qualità di vita.

Meglio la vita di coppia o quella da single? Dipende da come una persona vive le relazioni. Quello che conta veramente è prima di tutto stare bene con noi stessi a quel punto staremo bene anche in coppia.

Il più grande successo e il più grande fallimento della tua vita (fino ad ora...). Veri e propri fallimenti per il momento non ci sono stati, non posso dire la stessa cosa per quanto riguarda gli errori commessi. Invece il mio più grande successo è aver realizzato il mio desiderio ovvero fare questo lavoro.

Per rilassarsi, meglio un film, un romanzo o otto ore filate di sonno? Dipende da quanto sono stanca e su questo posso scegliere tra un libro o un film.

 

Che rapporto hai con internet e con le nuove tecnologie?Posso dire che me la cavo abbastanza bene, lavoro spesso con il pc, tablet e altro sia per lavoro che per piacere.

Sei iscritto a facebook o a google+? Sono inscritta ad entrambi e a twitter, trovo che sia un'ottima invenzione per stare in contatto con il mondo e con persone lontane, la cosa importante è non esagerare.

Sui Social Network l’amicizia è reale o virtuale? Dipende, anche se condivido i social Network come dicevo sopra, allo stesso tempo per creare un'amicizia prediligo le vecchie maniere fatte dal contatto fisico e dal parlare faccia a faccia.

Essere felici per te significa...? Ognuno di noi ha diversi modi per essere felici, per me è poter riuscire a raggiungere i propri obiettivi, ma anche accettarsi con i pregi e difetti che ognuno di noi ha.

Entra ora in contatto con la dott.ssa Marzia Benvenuti

 

Mettiamo la Psicologa dott.ssa Daniela Maria Carchen.... sul lettino!

by Redazione Psicologo360 4. maggio 2012 15.39

 

Qual è la tua specializzazione? 

Mi occupo di adulti e di coppie/famiglie. Sono esperta delle fasi di transizione e nel supportare e accompagnare i cambiamenti. Non tratto bambini o adolescenti se non sotto forma di consulenza alla genitorialità. Ho esperienza nella selezione e formazione, nel coaching e nel counseling alle aziende e ai manager.

 

Meglio la vita di coppia o quella da single? Meglio la vita che ci rende davvero felici e in pace. Non c’è una ricetta che sia valida per tutti. La coppia non è una necessità incontrovertibile, perlomeno non in tutte le fasi della vita. Per quello che mi riguarda oggi sono in coppia e credo che la mia felicità stia nel custodire il più possibile questo amore.

 Il più grande successo e il più grande fallimento della tua vita (fino ad ora...) Non amoragionare in termini di successo o fallimento. Apre troppo la porta al senso di colpa o d’inadeguatezza. Nella vita si sperimentano alti e bassi e l’ambiente e la nostra storia condizionano le nostre scelte (almeno parzialmente). Tuttavia, direi che il centro della mia vita è un incontro con una persona (non entro nei dettagli, sarebbe infinitamente lungo e noioso) che mi ha accompagnata e fatta sentire amata.

Per rilassarsi, meglio un film, un romanzo o otto ore filate di sonno? Risposta facile. Mi piace. Con un figlio piccolo sicuramente otto ore filate di sonno (…comincio a considerarle pura utopia!).

Che rapporto hai con internet e con le nuove tecnologie? Ottimo e in evoluzione. Ho anche un blog tutto mio, dove scrivo di tante cose e che è uno “specchio” virtuale molto utile per me. Internet e i social network sono solo strumenti senza anima. Chi li usa da loro un cuore e un senso. Quindi, se si amano le relazioni, il web è fantastico nel supportarci. Purtroppo, però, ci aiuta anche a sfuggire il coinvolgimento se si usa questo strumento in quella direzione.

Sei iscritto a facebook o a google+?Sono iscritta a facebook, twitter e linkedin. Tutti molto interessanti. Anche se devo dire che ero partita diffidente. Ma ora trovo che supportino molto bene il mio desiderio di condivisione.

Sui Social Network l’amicizia è reale o virtuale? Reale e virtuale. Dipende da noi. Noi siamo più potenti di un semplice mezzo tecnico. Se desidero che una relazione sia reale lo sarà perché lavorerò in tal senso.

Essere felici per te significa...? Imparare la bellezza della fedeltà. A se stessi e alle relazioni autentiche.

Entra ora in contatto con la dott.ssa Daniela Maria Carchen 

 

 

 

 

Mettiamo la Psicologa dott.ssa Teresa Carcione... sul lettino!

by Redazione Psicologo360 5. marzo 2012 10.58

 

Conosciamo un pò di più la dott.ssa Teresa Carcione

Qual è la tua specializzazione? Mi occupo di adulti e adolescenti, il tipo di consulenza percorsi di sostegno psicologico, sino a trattamenti più strutturati e duraturi che mirano alla promozione del benessere psicologico, quindi al cambiamento e miglioramento del quotidiano e della vita.

Meglio la vita di coppia o quella da single? Credo che fondamentalmente nella vita non si è mai single, ma il principio fondamentale è che se c'è un equilibrio nel proprio vissuto " essere" si vive bene sia da single che in coppia.

Il più grande successo e il più grande fallimento della tua vita? Nella vita ci sono momenti positivi e negativi, fortunatamente non ritengo che si possano definire fallimenti, ma solo esperienze di vita che contribuiscono ad acquisire nuove conoscenze per mettere in atto cambiamenti che mirano ad una qualità di vita migliore.

Per rilassarsi è meglio un film, un romanzo o otto ore filate di sonnoPer me rilassarsi significa stare con amici o comunque con le persone care...viviamo in modo frenetico che spesso non abbiamo tempo ne per noi ne per gli altri...e preferisco rilassarmi così!

Che rapporto hai con internet e con le nuove tecnologie? Nasco come perito informatico, in più sono un tecnico specializzato ADSL quindi credo un sano discreto rapporto.

 Sei iscritta a facebook o a google+? Sono iscritta a facebook.

 Sui Social Network l’amicizia è reale o virtuale? L'interazione "sana" è il motore del confronto quindi che sia reale o virtuale non c'è differenza, l'importante è che ci sia sempre rispetto.

 Essere felici per te cosa significa...? Domanda molto interessante....la felicità è nutrimento dell'anima. 

 Entra ora in contatto con la dott.ssa Teresa Carcione

 

 

 

 

Mettiamo la Psicologa dott.ssa Daniela Mirisola... sul lettino!

by Redazione Psicologo360 3. febbraio 2012 19.28

 

 Conosciamo un po’ di più la dott.ssa Daniela Mirisola

 Qual è la tua specializzazione?

Mi occupo di minori e di adulti. Ho svolto attività di screening neonatale in équipe con neuropsichiatri e pedagogisti con i quali ho monitorato lo sviluppo di bimbi piccoli e ho offerto consulenza ai loro genitori. Ho avuto modo di conoscere le tematiche della genitorialità a volte inutilmente cercata e a volte non accettata. Di qui l'esperienza nell'ambito delle adozioni e dei consultori familiari. Ho acquisito una specifica formazione riguardante le adozioni. Ho formato e valutato numerose coppie aspiranti all'adozione nazionale e internazionale, e ho effettuato sostegno psicologico con genitori e figli adottivi.

Nel corso degli anni mi sono occupata con crescente interesse delle difficoltà scolastiche, dei disturbi di apprendimento (dislessia etc...) e dei disturbi di attenzione. Ho posto diagnosi e fornito sostegno psicologico a minori e a genitori. Questi ultimi spesso in difficoltà nella gestione dei sintomi dei figli (ansia, depressione, fobia scolare, scarsa motivazione scolastica...) a volte legati ai suddetti disturbi di apprendimento e a volte legati a varie fasi ed eventi della vita.

Mi sono occupata di minori disabili e dei loro genitori nel tentativo di favorire la migliore

integrazione possibile all'interno dei vari contesti. La mia esperienza lavorativa è maturata anche nel confronto continuo con specialisti quali medici di famiglia, neuropsichiatri, logopedisti, fisioterapisti, operatori addetti all'assistenza, e insegnanti di

sostegno.


Meglio la vita di coppia o quella da single?

In linea di massima, io credo che ognuno di noi possa sentirmi bene sia da single che in coppia. E' una cosa del tutto soggettiva. Detto ciò, la mia esperienza di vita mi porta a ritenere che quando si è in coppia ci si abitua, a partire dal sentimento e dal rispetto per l'altro, a condividere spazi e tempi non solo fisici ma anche emotivi. E' nel rapporto continuo con l'altro che si è portati ad essere sempre meno IO e più NOI, e questo non mi pare poco.


Il più grande successo e il più grande fallimento della tua vita (fino ad ora...)

In un certo senso sono grata ai miei fallimenti perché ogni volta che ho fallito perché ho perso un amico piuttosto che un lavoro... dopo la rabbia e la frustrazione, mi si è spalancato un mondo nuovo e migliore. Un amico più fidato, un impiego più appagante... Forse perché i fallimenti nascono per metterci in crisi e farci comprendere che in certi contesti e in certe relazioni stiamo male e dobbiamo avere il coraggio di ammetterlo e lasciarli. Per esempio, i precedenti fallimenti affettivi sono stati l'anticamera del mio migliore successo: la mia famiglia.


Per rilassarsi, meglio un film, un romanzo o otto ore filate di sonno?

Ciò che mi ricarica di più è certamente addormentarmi sulle pagine di un libro di storia, e dormire per otto ore.


Che rapporto hai con Internet e con le nuove tecnologie?

Un bel rapporto. Consulto Internet quando posso, scarico film, e ascolto musica.


Sei iscritta a facebook o a google+?

No, non sono iscritta. Ma ci sto pensando.


Sui Social Network l’amicizia è reale o virtuale?

Secondo me, sui Social Network l'amicizia è virtuale. Mi piacerebbe se l'amicizia da virtuale si trasformasse in reale. Allora sì che il virtuale avrà avuto una sua utilità come punto di partenza e non di arrivo.

 

Essere felici per te significa...?
Avere qualcuno o a qualcosa da amare. Non importa se uomo, donna, bambino, amico, ideale, progetto, paesaggio, sport, animale, fiore..

 Entra ora in contatto con la dott.ssa Daniela Mirisola

Mettiamo lo Psicoterapeuta dott. Aldo Levrero.... sul lettino!

by Redazione Psicologo360 23. gennaio 2012 11.21

Conosciamo un pò di più il dott. Aldo Levrero

Qual è la tua specializzazione? Sono uno psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Mi occupo di disturbi d'ansia e alimentari, difficoltà di coppia, attacchi di panico. Lavoro con adulti e adolescenti. Ho un approccio molto concreto: soluzioni concrete, grande collaborazione con la persona e attenzione al cambiamento continuo.

Meglio la vita di coppia o quella da single? Vivere bene, con serenità e avere un buon rapporto con se stesso e gli altri è sempre la cosa migliore, sia in coppia che single.

Il più grande successo e il più grande fallimento della tua vita (fino ad ora...).Non esistono fallimenti, solo l'opportunità di vedere in modo diverso le cose. L'unico vero fallimento è non imparare niente di positivo e costruttivo dalle esperienze che ci capitano.

Per rilassarsi, meglio un film, un romanzo o otto ore filate di sonno? A volte tutte e tre le cose! Ma anche una serata con pochi e buoni amici aiuta.

Che rapporto hai con internet e con le nuove tecnologie? Ottimo, quando funzionano!, Scherzi  parte, sono sempre un'ottima opportunità per conoscere ed esprimersi. Vanno considerati mezzi, non obiettivi

Sei iscritta a Facebook o a Google+? Si, ad entrambi.

Sui Social Network l’amicizia è reale o virtuale? Nè virtuale né reale. E' un modo per comunicare qualcosa, a volte per condividerlo. Il resto lo fa la vita quotidiana.

Essere felici per te significa...? Avere un rapporto positivo e sereno con le situazioni e le persone che ci circondano, avere la possibilità di imparare nuove cose e fare esperienze positive

Entra ora in contatto con il dott. Aldo Levrero

 

 

Mettiamo la psicologa Giovanna Pace.... sul lettino

by Redazione Psicologo360 2. agosto 2011 11.54

Conosciamo un pò di più la dott.ssa Giovanna Pace

 

Qual è la tua specializzazione? Mi occupo di adulti e bambini, il tipo di consulenza spazia dal mero orientamento rispetto ai servizi che il territorio offre in ambito di salute mentale a percorsi di sostegno psicologico, sino a trattamenti più strutturati e duraturi che mirano al cambiamento e al miglioramento della qualità della vita.

 

Meglio la vita di coppia o quella da single? Se si sta bene con se stessi in coppia o single è sempre bello.

 

Il più grande successo e il più grande fallimento della tua vita (fino ad ora...) Grandi fallimenti non ci sono stati, per fortuna, di nei tanti però. Successi invece tanti visto che sono una persona che si accontenta delle piccole cose.

 

Per rilassarsi, meglio un film, un romanzo o otto ore filate di sonno? Un film o un libro sono un ottimo rimedio contro lo stress ma il sonno, a parer mio, è il miglior ristoratore, anche poco più di 8 ore potrebbero rigenerarmi.

 

Che rapporto hai con internet e con le nuove tecnologie? Non è un diletto, ma tento di cimentarmi con tutto ciò che può tornarmi utile nell'ambito lavorativo al fine di ottimizzare tempi e risorse, tuttavia ho ancora molta strada da fare.

 

Sei iscritta a facebook o a google+? Sono iscritta da qualche tempo e devo dire che mi fa piacere incontrare amici e conoscenti che non ho modo di vedere di persona, scambiare un breve saluto di tanto in tanto aiuta a non perdersi di vista.

 

Sui Social Network l’amicizia è reale o virtuale? Un'amicizia inizialmente virtuale può diventare reale se riesce a sfondare le barriere del desktop a favore di un rapporto interpersonale arricchito dalla bellezza dell'incontro faccia a faccia.

 

Essere felici per te significa...? Il significato di felicità credo abbia molte sfaccettature e cambi con gli anni, sicuramente lo stare bene con se stessi sia uno degli aspetti della felicità.

 

Entra ora in contatto con la dott.ssa Giovanna Pace

 

Commenti recenti

Comment RSS

Psicologia e Letteratura