Cambiare lavoro: quando l'aiuto di un coaching può fare la differenza

by Dott.ssa Simona Capurso 24. January 2012 12:51

Cambiare lavoro è ormai diventato uno dei desideri più diffusi negli ultimi mesi complice anche l'incipiente crisi economica mondiale.

Oscar Wilde diceva: “Sviluppare pienamente la nostra individualità: ecco la missione che ciascuno di noi deve compiere”. Partendo da questa affermazione possiamo spiegare nel dettaglio l’attività del coach. 

L’inserimento nel mondo del lavoro o la ricerca di una nuova occupazione sono momenti di transizione che possono essere vissuti dalla persona con sentimenti di ansia e senso di inadeguatezza. Il coaching diventa fondamentale in questo periodo perché permette di fare un’analisi su di sé, fino a riconoscere i propri bisogni più profondi, comprendendo meglio la propria situazione.

La necessità di valutare una nuova opportunità professionale comporta anche la capacità di individuare, dentro di sé, le risorse necessarie per far fronte al cambiamento. Risulta inoltre importante compiere una analisi della realtà. Il coaching individuale può aiutare a trovare nuovi approcci e spunti di riflessione, diventa un’importante momento di orientamento individuale.

cambiare lavoro

Applicando i metodi del coaching la persona può imparare, in breve tempo, a percorrere i singoli passi necessari per ottenere cambiamenti significativi nella propria vita professionale.

Il self-marketing, ovvero la presentazione di se stessi nel mercato del lavoro, diviene un aspetto fondamentale per la ricerca di una nuova occupazione e l’approccio che si utilizza durante un colloquio di lavoro può fare la differenza nella buona riuscita o meno di una selezione. Come afferma il Sig. Giorgio che ha da poco partecipato ad una seduta di coaching: “desideravo da tempo cambiare lavoro ma non sapevo come muovermi, non volevo soltanto cambiare Azienda, sentivo di voler mettere in atto un cambiamento più profondo ma sembrava che le mie energie fossero bloccate. Con il coaching ho finalmente capito quali sono le mie aspettative reali e ho preso coscienza delle mie capacità, adesso so di potercela fare”.

Avere un professionista esterno a noi che ci supporta, che ci aiuta a credere maggiormente nelle nostre capacità, che ci invita a riflettere sui nostri desideri e sulle nostre attitudini, funge da facilitatore per affrontare un cambio professionale, aiutandoci quindi a migliorare la qualità della nostra vita.

Se desideri approfondire le tematiche del coaching e capire meglio che tipo di supporto può darti nella ricerca di un nuovo lavoro contatta lo staff di Psicologo360.it

Che cos'è il coaching

by Dott.ssa Simona Capurso 23. November 2011 22:33

Le Aziende, nell’epoca moderna, stanno vivendo numerosi processi di cambiamento, per essere sempre più snelle, profittevoli e centrate sul raggiungimento degli obiettivi di business e di fatturato. In un processo di cambiamento inevitabilmente ci si confronta con nuovi principi e valori che devono essere, non soltanto acquisiti e assimilati, ma soprattutto tradotti in comportamenti misurabili.

In quest’ottica i Manager si trovano spesso a dover rivedere le proprie abitudini, ormai consolidate da anni e il proprio approccio professionale deve essere messo in discussione.

Generalmente l’atteggiamento più frequente, messo in atto dal Top e Middle Management, è la resistenza verso questo processo di cambiamento. È difficile dover accettare di rivedere le proprie credenze e certezze, ed è ancor più difficile pensare di dover affrontare ed accettare nuovi comportamenti. Ne consegue quindi una fase di disorientamento, con una vera e propria crisi di identità accompagnata da disturbi dell’umore, con alcuni Manager che si trovano all’improvviso inadeguati o impreparati al cambiamento.

Un aiuto importante, all’interno di un processo di cambiamento aziendale, può arrivare dal Coaching che rappresenta lo strumento essenziale per ritrovare le motivazioni, comprendere il nuovo ruolo che è stato definito per il Manager, riscoprire le attitudini necessarie per occupare al meglio una posizione e quindi accedere a nuove risorse interiori e sviluppare nuove competenze.

coaching

Il Coach diventa colui che facilita la fase di transizione dal vecchio al nuovo con un approccio incentrato sulla persona, sulle sue abilità e competenze, all’interno del contesto aziendale mutato.

L’attività di Coaching é focalizzata su come reagire al meglio emotivamente all’ambiente circostante, con lo scopo di migliorare la persona in alcune aree. Attraverso questa attività è possibile aumentare la propria efficacia personale e la capacità di relazionarsi con gli altri, andando a riscoprire le proprie attitudini e risorse interiori.

Il Coach stabilisce il risultato da ottenere facendo una valutazione della situazione, solo così può valutare il percorso necessario per il raggiungimento degli obiettivi e per il cambiamento.

Il Coach porta il Cliente ad aumentare la comprensione di se stesso rispetto alle proprie motivazioni personali, ai propri obiettivi, intenzioni, abilità e strategie.

 

Se vivi una situazione di cambiamento che mina la tua serenità contatta lo Staff di Psicologo360, potrai trovare un valido aiuto per affrontare al meglio questo periodo.

 

Commenti recenti

Comment RSS

Psicologia e Letteratura