Il divorzio: come si può superare con l'aiuto psicologico

by Dott.ssa Valeria Cani 27. November 2011 15:17

Il divorzio è lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio quando tra due coniugi è venuta meno la comunione sia spirituale sia materiale e la loro vita coniugale non può essere ricostituita in nessun modo.

La separazione legale non vede i coniugi porre fine al rapporto matrimoniale, ma questi ne sospendono gli effetti nell'attesa di una riconciliazione o di un provvedimento di divorzio. Invece quest’ultimo è il venir meno di condivisione, convivenza, comunione morale e spirituale, responsabilità, diritti e doveri in modo definitivo.

Il divorzio può essere congiunto, quando c'è accordo dei coniugi su tutte le condizioni ed è presentato congiuntamente da entrambi i coniugi, e questo si verifica nell’86% dei casi; oppure giudiziale, quando non c'è accordo sulle condizioni, in questo caso può essere presentato anche da un solo coniuge.

La conflittualità è il sintomo prevalente durante tutta la fase che accompagna la fine della vita coniugale e la separazione, conflittualità sia tra i due coniugi sia interiore. L’impatto emotivo non è trascurabile né nel singolo soggetto che divorzia né all’interno dell’intera famiglia.

Divorzio

 

Il cambiamento di status, delle precedenti condizioni di sicurezza, portano al sorgere dei timori che destabilizzano. La famiglia smette di essere tale e da questo momento inizia per la coppia  un percorso di burocrazia, contatti con gli avvocati, senso di abbandono o di colpa, figli contesi, sofferenza, scelte difficili, gestione dei rapporti con le famiglie d’origine.

L’elaborazione del divorzio a livello propriamente personale porta alla consapevolezza di aver fatto forse scelte sbagliate, oltre al divorzio legale la persona si ritrova a fare i conti con il divorzio psichico e la presa di consapevolezza di un fallimento. L’avere a che fare con se stessi in questi passaggi così fondamentali della vita necessita di un sostegno.

L’aiuto dello psicologo può essere utile nel percorso doloroso della separazione e per trovare le risorse nel proseguire la propria vita, per il bene dei figli se ci sono, e può aiutare la persona a vedere che le energie usate per esprimere la conflittualità sono invece utili se reindirizzate a costruire il futuro.

Se stai affrontando una separazione o un divorzio o più semplicemente desideri approfondire questa tematica contatta lo staff di Psicologo360.it

Commenti recenti

Comment RSS

Psicologia e Letteratura