L’orientamento scolastico: imparare ad orientarsi

by Dott.ssa Monica Dellupi 29. November 2011 12:12

 

Che cos’è l’orientamento scolastico? Il termine “orientare” significa “disporre in un determinato verso circa i punti cardinali” e anche “fornire o fissare un determinato indirizzo nell’ambito di un’attività intellettuale”. (Devoto, Oli, Voc. della lingua italiana, 1987). Nel contesto scolastico significa supportare una persona in un processo decisionale per compiere una scelta.

E’ importante insegnare all’individuo ad auto orientarsi, ovvero dargli gli strumenti e le conoscenze che lo mettano in grado di compiere una scelta consapevole , autonoma  e responsabile.

L’intervento orientativo  è in questo senso un percorso di autoconoscenza che supporta la persona nel processo decisionale nelle scelte scolastiche e professionali. L’individuo viene affiancato in questo processo analizzando i suoi bisogni, le sue motivazioni, i suoi interessi , le sue attitudini e i suoi valori professionali e mettendoli in relazione con il contesto socio-economico e culturale nel quale è inserito.

Alcune scelte fondamentali per il nostro futuro vengono effettuate nell’adolescenza,  un periodo della vita delicato, nel quale l’individuo è soggetto a molti cambiamenti.

orientamento scolastico

Nell’adolescenza di solito viene richiesto l’intervento orientativo per essere supportati  nella scelta scolastica, ad esempio nel passaggio da un ciclo di studi ad un altro, per difficoltà che si incontrano durante il percorso formativo o per il passaggio dalla scuola al lavoro al termine della scuola secondaria.

La costruzione dell’identità personale è in genere considerato il compito evolutivo fondamentale dell’età adolescenziale (Erikson,1982)

Ci si pone la domanda del “chi sono io?”per creare un ponte fra se stessi nel passato, nel presente e nel futuro, cioè un sentimento di continuità di sé nel tempo, diventa quindi  importante elaborare un progetto per il proprio domani.

L’orientamento  aiuta i ragazzi nell’imparare a individuare e indagare le proprie risorse e i propri vincoli, questo è utile non solo per la scelta scolastica, ma in generale nelle scelte che la vita costantemente propone.

Secondo Bandura (1995)  l’acquisizione delle competenze scolastiche è la sfida più impegnativa che la persona si trova ad affrontare nel proprio processo di crescita.

Riuscire ad affrontare la transizione fra cicli di studio ed inserirsi positivamente nel nuovo ciclo scolastico accresce l’autostima, aumenta la fiducia di essere in grado di affrontare altri compiti e rende più facile il proseguire del percorso scolastico.

Ritieni di avere bisogno di orientamento scolastico? Se desideri approfondire questa tematica contatta lo staff di Psicologo360.it

 

 

 

Commenti recenti

Comment RSS

Psicologia e Letteratura