Cos'è il Bullismo?

by Redazione Psicologo360 19. luglio 2011 11.47

 Il bullismo è una serie di azioni moleste, ostili, volontarie, ripetute nel tempo aventi lo scopo di danneggiare.

Accade quando tra due o più ragazzi si evidenziano una forte diversità e uno squilibrio nella relazione, nei comportamenti, nei gesti, nelle parole. 

Il bullismo può essere considerato come una sottocategoria del comportamento aggressivo con tratti distintivi di intenzionalità perché mira deliberatamente ad offendere, arrecare danno e disagio ad un’altra persona; caratteristiche di persistenza nel tempo; caratteristiche di asimmetria di potere perché nella relazione il bullo è più forte e la vittima più debole e incapace di difendersi. Il bullismo può assumere diverse forme: fisiche, che significa colpire con pugni e calci, appropiarsi o rovinare gli oggetti personali di qualcuno; verbali, cioè deridere, insultare, offendere, minacciare, prendere in giro, dire affermazioni per discriminare; indirette, cioè diffondere pettegolezzi e falsità, escludere qualcuno dal gruppo.

 

 

Contatta i nostri esperti di bullismo:

 

Dott.ssa Valeria Cani

Dott.ssa Monica Dellupi

 

Add comment

  Country flag

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading

Commenti recenti

Comment RSS

Psicologia e Letteratura