Mettiamo la Psicologa Tiziana Croccolo... sul lettino

by Redazione Psicologo360 14. ottobre 2011 17.40

Conosciamo un pò di più la dott.ssa Tiziana Croccolo

Qual è la tua specializzazione? Dopo aver conseguito la laurea in psicologia ad indirizzo clinico e di comunità, mi sono dedicata all’approfondimento di alcune discipline psicosomatiche. Grazie alla mia formazione post-laurea presso IPSI (Istituto di Psicosomatica Integrata), ho imparato ad utilizzare strumenti molto utili e funzionali alla gestione della mia pratica clinica; il massaggio NST ed il metodo kinesiologico ONE BRAIN sono diventati, infatti, miei preziosi alleati nel trattamento e nella cura di numerosi disturbi quali: depressione, ansia, fobia, insonnia, attacchi di panico, blocchi emozionali (elaborazione dei vissuti di separazione, lutto e mobbing), stress generalizzato o post-traumatico, traumi familiari, traumi infantili. Adopero anche semplici tecniche di rilassamento ed esercizi antistress che, una volta appresi dai pazienti, costituiscono un utile supporto durante la loro vita quotidiana.  

 

Meglio la vita di coppia o quella da single? Partendo dal presupposto che ogni situazione va analizzata nel suo contesto, credo che avere un rapporto armonioso con se stessi sia la base di ogni relazione umana positiva e costruttiva; questo equilibrio costituisce un punto di forza nel caso le circostanze ci costringessero a rimanere single. Il motto IPSI “La mente mente, il corpo non mente”, sottolinea che l’ascolto dei messaggi corporei può costituire una preziosa guida anche nelle dinamiche relazionali/sentimentali.

 

Il più grande successo e il più grande fallimento della tua vita (fino ad ora...) Dal mio punto di vista, il conseguimento di ogni successo implica l’aver superato diversi fallimenti, indubbiamente utili se aiutano a costruire il nostro bagaglio di esperienze, un orientamento di rotta per il futuro, una bussola comportamentale. Nel mio caso, il più grande successo è quello di poter mettere al servizio degli altri la mia esperienza, non esente certo da errori, ma continuamente arricchita dagli insegnamenti derivanti da essi.

 

Per rilassarsi, meglio un film, un romanzo o otto ore filate di sonno? Il sonno è sempre ristoratore e rigenerante, meglio ancora se avviene dopo aver assistito ad un bel concerto. Amo rilassarmi anche attraverso lezioni di danza jazz e lunghe passeggiate in bicicletta.

 

Che rapporto hai con internet e con le nuove tecnologie? Abbastanza positivo, in quanto la tecnologia moderna costituisce un ottimo strumento di ricerca ed approfondimento, utile per rimanere continuamente aggiornati e per rendere immediata la comunicazione tra individui in diverse parti del mondo, abbattendo così le barriere della distanza e velocizzando la trasmissione delle informazioni.

 

Sei iscritto a facebook o a google+? Si, sono iscritta a facebook, mi ha dato l’opportunità di ritrovare amici e compagni di scuola che non sarei stata in grado di ricontattare altrimenti. Lo utilizzo quindi prevalentemente per tenermi in contatto con amici e parenti lontani, e per condividere con loro i momenti importanti.  

 

Sui Social Network l’amicizia è reale o virtuale? Dipende, ci sono amicizie virtuali che si trasformano con il tempo in reali, e viceversa. L’importante è ricordarsi che dietro uno schermo ed un nickname vive un’altra persona pensante, con una propria sensibilità ed un personale bagaglio di esperienza. Ho notato che in certi casi lo schermo virtuale costituisce un pretesto, un alibi per assumere identità diverse dalla propria, ma può anche dar modo di esprimersi con maggiore libertà, affermando quello che altrimenti non si avrebbe il coraggio di dire. In questo senso internet può diventare uno strumento pericoloso, se porta come conseguenza uno scollamento dalla vita reale, ma se utilizzato nella maniera giusta, può rappresentare una preziosa risorsa anche nelle relazioni interpersonali. 

 

Essere felici per te significa...? Prevalentemente stare bene con se stessi nonostante le circostanze esterne, che possono essere a volte difficili o dolorose da affrontare. Felicità per me significa saper apprezzare le piccole soddisfazioni della vita, quelle piccole/grandi esperienze che non hanno un valore materiale, ma che ai miei occhi appaiono come gioie incommensurabili: posso sperimentare felicità attraverso il sorriso di un bambino o il sorriso delle persone che amo, attraverso il canto di un gabbiano, le corse del mio cane sulla spiaggia, i colori di un tramonto, le luci soffuse dell’alba, il riuscire nel mio piccolo a migliorare la qualità della vita dei miei pazienti.

 

Entra ora in contatto con la dott.ssa Tiziana Croccolo

 

 

Add comment

  Country flag

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading

Commenti recenti

Comment RSS

Psicologia e Letteratura