Gelosia patologica e gelosia ossessiva: come guarire

by Dr.ssa Angela Oreggia 20. January 2012 10:44

Quando si può parlare di gelosia patologica o ossessiva? La gelosia è un sentimento che noi tutti ben conosciamo, che abbiamo provato con differenti livelli di intensità fin da quando eravamo bambini nei confronti di oggetti o persone che avevano per noi un significato particolare, che erano per noi importanti.

All’interno di una relazione di coppia la gelosia nei confronti del partner è uno stato naturale e fisiologico e, se manifestata in modo non eccessivo, è un ingrediente fondamentale. Rappresenta una ulteriore dimostrazione del sentimento affettivo verso il partner,  serve a far sentire l’amato veramente amato, protetto e  importante, e può portare solo ad un rafforzamento dell’unione. E’ un modo per dire: “sei importante per me e quindi ho paura di perderti!”. 

Può accadere, però, che questo pizzico di sale, questo “stato passionale” si trasformi proprio in ciò che danneggia e distrugge quell’amore e quel rapporto che lo avevano alimentato.

Mi riferisco alla gelosia per così dire “malata” o “patologica”, quella gelosia morbosa che eccede e sconfina dagli argini  provocando sofferenza in se stessi, nell’amato e all’interno della coppia.

gelosia patologica

Il passaggio dalla gelosia “sana” a quella “patologia”si rileva quando la normale e controllata paura di perdere l’amato si trasforma in un pensiero costante, ossessivo, irrazionale,  delirante che domina la mente del “geloso” e porta ad interpretare la realtà solo in un certo modo, generando solo conclusioni irrazionali e inconcepibili. I pensieri e i sentimenti negativi non vengono più tenuti sotto controllo e  si trasformano in comportamenti violenti  sul piano sia verbale sia fisico: il “geloso” fa vivere sotto pressione il proprio partner  attraverso un’aggressività che diventa persecutoria e mortifera.

Le cause di una gelosia malata sono per lo più riconducibili ad una scarsa autostima, ad una visione di se stessi come “poco amabili e degni di essere amati”. In questi casi la gelosia si associa al concetto di possessività che pretende “l’altro” in modo esclusivo e personale e al conseguente timore di perdere qualcosa che si ritiene proprio.

E’ frequente, in questi casi, che la gelosia travolga non solo il proprio partner ma prenda di mira anche una “terza persona”, il possibile “intruso”, il “rivale”, colui che possiede o si pensa possegga le qualità e le caratteristiche assenti nel “geloso” e per questo motivo in grado di portargli via “l’oggetto d’amore”.

 

 

Se ritieni di soffrire di tale problema o più semplicemente desideri approfondire questa tematica contatta lo staff di Psicologo360.it

Comments (11) -

tiziana Italy
2/15/2012 3:11:24 PM #

Salve, mi chiamo Tiziana ho 41 anni, mi soffermo su queste pagine che in fondo cerco da sempre..
La mia problematica (perchè lo è..ed anche pesante a mio parere), è proprio la gelosia OSSESSIVA..ossessiva al punto che per fare un esempio immagino relazioni potenziali tra il mio compagno ed altre persone(donne ovviamente) anche se noto ad esempio caratteristiche somatiche simili...caratteri simili.., mi sento cmq sempre inferiore alle altre donne...da sempre e questo tipo di gelosia con relativo comportamento di chiusura..è venuto fuori ad 11 anni..ad una festa..mentre il mio primo fidanzatino...invitava a ballare un lento mia sorella..sono impazzita..scappata via...e chiaramente non ho piu' voluto vederlo.
Se siamo ad una cena ad es..all'inizio son tranquilla..anzi mi fa piacere se noto che il mio compagno riesce a parlare con le latre donne mettendo pero' in risalto o cmq considerando me..ma nn appena mi accorgo di uno sguardo...di qualcosa che secondo me è un pericolo..inizio a chiudermi..nn converso piuì' ..sto male fisicamente..odio lui...odio lei...cerco in qualche modo di andar via d ali'
ed in genere lo faccio..scappo per nn sentire quel dolore lancinante che una volta mi ha portato a 2 collassi a distanza di 10 minuti l'uno dall'altro.
La persona che causo' quel collasso era una storiella..in realtà..nn conta se sia importante o meno la storia..conta che quello che ho con quella persona appartenga solo a me...
L'anno scorso ho conosciuto un uomo e mi sono innamorata per la prima volta ..immediatamente e credo sia stato reciproco...lo conoscevo già..ma nn lo avevo riconosciuto..nel tempo l'ho individuato
E' nata una storia per me molto importante..che ancora resiste tra le varie vicissitudini...lui ha capito che tipo di gelosia è la mia..e ne ha paura...anche se un po' gli piace..credo..ma proprio un po'..
Il mio prpblema è serio perchè nn porto il mio uomo nella mia famiglia..ad esempio..(ma anche i precedenti) perchè nn mi fido nemmeno delle mie sorelle .
E con questo credo di avervi reso chiaro il quadro.
Scrivo qui..perchè IO VOGLIO GUARIRE DA QUESTA MALATTIA...CHE MI PORTERA' A RESTARE DA SOLA..SE NN LA VINCO.
GIA' LO SO.. DEVO FARCELA. VOGLIO FARCELA. VOGLIO ESSERE NORMALMENTE GELOSA...SE SI PUO' ARRIVARE A QUESTO.
CHIEDO AIUTO.
Grazie
Tiziana^_^

admin Italy
2/17/2012 10:20:20 AM #

Gentile Tiziana
Le consigliamo di registrarsi a Psicologo360 attraverso questo link www.psicologo360.it/RegistrazioneCliente.aspx
e contattare direttamente la dott.ssa per avere un supporto e dei consigli
Buona giornata

laura Italy
7/18/2012 11:01:44 AM #

buongiorno mi chiamo laura,ho 41 anni,da poco ho chiuso una relazione a causa della gelosia ossessiva del mio ex partner,ho conosciuto questo ragazzo (di 10 anni piu' piccolo di me,)circa un anno e mezzo fa',ci siamo quasi subito innamorati,la nostra e stata una storia all'inizio (pochi mesi)a distanza poiche' abitavamo a circa 300 km di distanza uno dall'altro.cosi lui decise di lasciare il suo lavoro e trasferirsi da me,abbiamo avuto nove mesi di convivenza,ma le cose tra noi quasi subito incominciarono a cambiare,si litigava quasi ogni giorno,ma tutto sommato era sopportabile,dopo questo periodo di convivenza a causa del lavoro che non riusci a trovare dalle mie parti si decise entrambe che lui sarebbe andato a lavorare in germania da un suo parente,i progetti erano che lui si sarebbe sistemato economicamente cosiche' io con mio figlio (13 anni)lo avremmo raggiunto per farci una vita insieme,ma purtroppo la gelosia e diventata sempre piu' pesante da parte sua,io ho cercato in tutti i modi di renderlo tranquillo,addirittura ho messo il tel fisso a casa in modo da poterlo chiamare tutti i giorni,poiche lui essendo da poco li non aveva possibilita' di sentirmi ogni giorno  anche perche' in Germania la vita e molto cara,ogni giorno ci vedevamo su skype,si video chattava .....ma non e servito a nulla addirittura mi ha visto in cam con un vestito che metto normalmente per andare a fare la spesa(nulla di volgare)e mi ha detto testuali parole:"ma ti sembra il modo di presentarti davanti ai maschi?" e tante altre cose brutte,che non l'ho rispettato che sono a c... miei,finche non mi ha detto che se avessi voluto continuare la storia dovevo rispettarlo,io gli ho risposto che dovevo fare per rispettarlo..gli ho detto di farmi un esempio su cosa non l'ho rispettato e lui mi ha detto che io sono esempio vivente del non rispettoche cosi lui non avrebbe continuato con me,che me ne potevo andare a fan....,ho pianto tanto,mi sono sentita quasi male a vederlo cosi aggressivo e arrogante...ho spento la cam mentre mi vedeva piangere....ho letto poi un ultimo suo messaggio  su skype dove mi dice,che e colpa mia,che lui per me si e trasferito in germania,sono vigliacca perche' l'ho lasciato alla fine e colpa mia,mi ha riempito di insulti di tutti i tipi cosa dovevo fare?ora sto malissimo ma vorrei un parere da lei su dove ho sbagliato?.la ringrazio.

roberta Italy
12/24/2012 1:11:36 AM #

salve mi chiamo roberta,penso profondamente di soffrire di gelosia ossessiva dato che nn riesco aduscire col mi compagno in compagnia di altredonne,anche di amiche mie perche' vedo inlui come s volessprovarci con tute.mi da molto fastidio che si metta in mostra con le donne in generale vantandosi e essendo consapevole di essere un bell'uomo.immagino che lui vada con altee facia con loro quello chnell'intimita' fa con me e vedo le stesse espressioni di goduria che ha con me.cerco sempre di eranearmi e starola con lui equando soche siamo soli sono egoisticamente felice.so di essere pesante e di asilarlo fino al punto di portarlo ad absarsi gl occhi quando ci sono altre donne.mi disturba molto che lui non possa essere libero di ossevare cio' che vuole inmodo naturale e quindi mi sento in colpa per questo mio atgiamento esagerato che non mi fa vivere bene e mi fa pensre strugendomi.mi capita di vedere pure cose che lu mi dice non vere.e'normale avere delle visioni o vedere cose che per me sono vere ma forse risultano esistenti?ho bisogno d'aiuto per favore.approftto di queso per porgrvi i piu'sentiti auguri di buone feste.grazie roberta.

admin Italy
12/24/2012 9:54:12 AM #

Buongiorno Roberta e grazie per l'interesse verso il nostro servizio.
Le consigliamo di vedere i professionisti presenti nell'elenco online https://www.psicologo360.it/elenco-psicologi.aspx e scrivere direttamente a quello indivisuato per avere dei consigli.
Grazie e buone feste.

Mary Ukraine
2/18/2013 9:26:38 PM #

Buona sera Dottoresa, vorrei un suo consiglio, sto con mio ragazzo da 5 mesi insseme e sono troppo gelosa ,anche se nomi da il mottivo di esserlo, penso sempre male e mi vengano dubbi che lui mi tradisce.... Si può guarire di gelosia? Grazie! Maria.

admin Italy
2/19/2013 8:03:45 PM #

Buonasera Maria, la gelosia non è di per sè negativa ma se questa ti impendisce di vivere serenamente ti consigliamo di contattare uno dei profesisonisti sul sito in modo da poter avere un consulto personalizzato da un esperto.
Grazie

Terry Italy
3/7/2013 9:21:26 AM #

Buongiorno, mi chiamo Terry ho 52 anni e sono in questo sito perche' anch'io come altre donne credo di essere arrivata al confine della sopportazione delle situazioni di gelosia.Riconosco di aver bisogno di aiuto ma sopra tutto ho voglia di mettermi tranquilla e vivere il resto della MIA VITA in serenita' con me stessa. ...sono in coppia da 4 anni con un'uomo di 57 anni che trovo intelligente "forse" fedele ma con la pecca di essere un po' narcisista, cioe' gli piace piacere alle donne ma cerca di nascondermelo....(o forse questo e' gia' frutto della mia gelosia).. il nostro rapporto e' iniziato con una frase detta un giorno da lui " a me piacciono tutte le donne" frase pronunciata mentre si era in atteggiamenti intimi, che naturalmente mi ha gelata ma non ho approfondito al momento. ci sono stati altri episodi dove lui manifesta interesse,in modo discreto ed educato, verso donne che sono o in nostra compagnia o nel luogo che si frequenta, seguito da commenti del tipo: che fisico oppure che bella F..ecc..- ..un tempo anch'io ricevevo dei complimenti ora ovviamente, sto anzi sono invecchiata e non ne ricevo piu'....questo mi fa sentire in continuo pericolo di perdere l'uomo ...ma alla mia eta', come ho gia' spiegato a Lui piu' e piu' volte, ho voglia e credo che sia giusto avere un compagno al fianco che invece di fare apprezzamenti ad altre donne, valorizzi la mia persona con  il  piacere di avermi accanto ....io sono sempre stata gelosa ma ora basta! non voglio piu' soffrire per un uomo ...ma lo vorrei accanto a me con la stessa partecipazione e desiderio che provo io a stare con lui . Posso guarire?

admin Italy
3/11/2013 8:28:32 AM #

Buongiorno Terry
grazie per il suo messaggio.
Le consigliamo di mettersi in contatto con l'autrice di questo articolo la dott.ssa Oreggia al seguente link
www.psicologo360.it/.../...sebastiana-oreggia.aspx, per avere un consiglioa riguardo.

buona giornata

Antonio Italy
8/12/2013 2:43:23 PM #

Salve,mi chiamo Antonio ed ho un problema con la mia partner,e non so sinceramente se scaturisce dalla gelosia ossessiva e morbosa o da un disturbo bipolare.Non gli va bene nulla,e gelosa a tal punto che sono arrivato a guardare a terra quando cammino o a non distogliere lo sguardo da lei se stiamo in mezzo alla gente,per non incappare in discussioni futili che scaturiscono poi in reazioni anche mie che mi portano ad andarmene da lei per esasperazione,salvo poi vedere che lei,a questa mia reazione(premetto,cerco sempre di far capire con le buone e come di suol dire con il cucchiaino fino a mio esaurimento)sclera,delira,mi dice cose insensate o cattive ed allo stesso tempo ha atteggiamenti autolesionisti tipo picchiar si da sola,correre con l'auto e lanciare di tutto urlando
È successo ciò almeno una trentina di volte buone in due anni
Ci tengo a lei ma ciò nonostante non riesco ad amara come vorrei,perché questi episodi segnano il rapporto,segnano lei ma soprattutto me
Tutte le volte che mi ha accusato di qualcosa,si è impressionata sul nulla,e vorrei tanto entrare nei particolari ma scriverei un libro...ne dico uno semplice semplice...ero ad un matrimonio,e dopo esserci divertito tanto insieme alla compagnia per lo più mia,con amici fraterni,ad un certo punto e partito il trenino dietro lo sposò e la sposa,durato al max 20/30 secondi...al mio ritorno al tavolo,per non averla coinvolta in una cosa improvvisata si è alzata ed è andata fuori la sala...io che non sapevo cosa era successo,e dopo averglielo chiesto,credo giustamente mi sono un po' amareggiato inizialmente per la nullità della discussione,salvo spiegar glielo ed arrabbiandomi dopo perché per una stupidata che stava rovinando la mia presenza per il matrimonio del mio amico...sei e arrivati alle mani fino ad arrivare a tornare a casa e vedere lei che si punta un coltello alle vene..
A volte sto li imperterrito,altre volte me ne vado,spesso cerco di farle capire ed altre volte ho un totale rifiuto...ma in ogni caso non va bene mai niente...
Sapreste darmi soluzioni in merito anche per sapere se avrebbe bisogno di uno psicologo o che prima che dallo stesso ci vada io
Scusate per il dilungamento

admin Italy
9/9/2013 8:13:55 AM #

Buongiorno Antonio e grazie per averci scritto.
Le consigliamo di interpellare uno degli esperti di Psicologo360 per poter entrare meglio nella spiegazione e poter avere le prime delucidazioni.
Grazie ancora
buona giornata

Add comment

  Country flag

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading

Commenti recenti

Comment RSS

Psicologia e Letteratura